La nuova Fujifilm XT-30

Puntuale nel rilascio programmato, Fujifilm aumenta l’offerta nel segmento mirrorless APS-C con la nuova XT-30.

Rispetto alla X-T20, il nuovo modello è migliorato sotto molti aspetti. Ad esempio, è presente il sensore X-Trans da 26 megapixel della quarta generazione in formato APS-C e il processore X4, che sono stati mostrati per la prima volta nell’ammiraglia X-T3. Anche il sistema di messa a fuoco automatica è stato ulteriormente sviluppato e può ora contare su 2,16 milioni di pixel a rilevamento di fase distribuiti sull’intero campo immagine. Il riconoscimento dei volti e degli occhi è stato migliorato, secondo Fujifilm, e dove ci sono diverse persone, il fotografo può scegliere su quale volto la fotocamera deve mettere a fuoco. Fujifilm ha anche migliorato la sensibilità AF a -3 EV. Secondo il produttore, la X-T30, insieme alla X-T3, ha il sistema di messa a fuoco automatica più performante di tutte le fotocamere della serie X.

La XT-30 presenta anche il joystick, introdotto nel modello X-E3, al posto del classico D-Pad. Il monitor pieghevole da 3,0 pollici con 1,04 milioni di punti è diventato più piatto e dovrebbe reagire meglio al tocco. Il mirino rimane ad una risoluzione di 2,4 milioni di punti e con un ingrandimento di 0,62x – in questo caso laX-T30 è nettamente inferiore all’ammiraglia X-T3 (3,69 milioni di punti, ingrandimento 0,75x). Il monitor può essere piegato verso l’alto e verso il basso, ma non lateralmente.

Nel settore video, l’X-T30 ora registra anche 4K in un formato DCI extra-large (4096 x 2160 pixel), naturalmente è possibile anche il normale 16:9-4K (3840 x 2160 pixel). L’X-T30 registra con risoluzione 6K per una nitidezza dell’immagine particolarmente elevata e calcola fino a 4K. Il frame rate massimo è di 30p, la massima velocità di trasmissione dati è di 200 Mbit/s, il tempo di registrazione è limitato a dieci minuti. In Full-HD è possibile la ripresa in slow motion con un massimo di 120p. La registrazione interna su scheda SD avviene con un sottocampionamento a colori di 4:2:0 e 8 bit, via HDMI, è anche possibile registrare su un registratore esterno con 4:2:2:2, 10 bit e F-Log. Fuji ha integrato anche la simulazione di film “Eterna”, ottimizzata appositamente per la registrazione video. Oltre al microfono interno, che supporta “High Resolution Audio”, è possibile collegare un microfono esterno.

Un nuovo algoritmo di messa a fuoco automatica migliora la precisione dell’AF di riconoscimento del viso e degli occhi. I volti a distanze maggiori vengono ora rilevati con una precisione superiore del 30%. Il tracking AF mantiene continuamente a fuoco il soggetto, anche quando gli ostacoli interferiscono con la visione diretta. Questi miglioramenti dell’AF vanno a vantaggio sia degli utenti foto che video.

Raffica fino a 30 fps (otturatore elettronico e 1,25x riduzione del frame, senza riduzioneè possibile un massimo di 20 fps, con otturatore meccanico 10 fps). La X-T30 presenta anche Wi-Fi e Bluetooth, un flash integrato (numero guida 7), una durata della batteria di 380 scatti (secondo lo standard CIPA) e una connessione USB-C.