Fauxtography. Cosa è vero e cosa no?

In un’epoca di neologismi coniati quasi ogni giorno, molti dei quali allo scopo di esprimere in poche sillabe un intero concetto, il termine Fauxtography (un po’ francese, un po’ inglese) può essere ormai ascritto tra quelli ufficiali in fotografia. Legato soprattutto all’eterno dibattito su cosa è vero e cosa non lo è, questa parola è stata…

Leggi di più
Dal negativo alla stampa. Dalla stampa alla cenere

Negli ultimi tempi, con una frequenza sempre maggiore, è stata portata all’attenzione la necessità di stampare le fotografie che abbondano nei supporti di archiviazione digitale. Dovendo paragonare la platea di fotografi, non equamente divisa tra chi utilizzava la pellicola e chi utilizza il digitale, c’è da dire che la fotografia analogica costringeva a un numero…

Leggi di più
La fotografia non è poi così accessibile

Chi ha inventato il mito che la fotografia, grazie al digitale, è accessibile a tutti? Perché a conti fatti, di accessibile c’è ben poco. Con garbo, per fotografia si intende il risultato di una esposizione manuale, cioè la possibilità, non tanto banale, di poter impostare, in piena e autonoma libertà, il diaframma, il tempo e…

Leggi di più
Perché la tecnologia fotografica non è buona come prima

Sono apprezzabili quelle società produttrici di fotocamere che prediligono un approccio alla tecnologia lento e ragionato. Una filosofia da abbracciare, da condividere, da desiderare; una macchina fotografica che evolve in un tempo ragionevole, si affianca ad esso, lo vive, lo racconta. Il mezzo non è più tale, è protagonista, assoluto. Un grande fratello tecnologico, dove…

Leggi di più
Migrant Mother. Un caso di manipolazione

Nell’era della fotografia digitale, sono in molti a credere, erroneamente, che la pellicola era più vera, più genuina, più naturale, semplicemente perché non sottomessa alla logica della manipolazione. Il fatto che oggi i software di sviluppo fotografico permettano di migliorare in tempi relativamente brevi le fotografie scattate, togliendo imperfezioni, modificandola luminosità, i colori, il contrasto,…

Leggi di più
Instagram e i fake follower

Instagram è la piattaforma di condivisione delle immagini, che più di tutte ha messo in evidenza il grande limite del consenso ottenuto attraverso la semplice formula di un cuore. Ammesso che un like possa sintetizzare una critica articolata, comunque positiva e ben motivata; a un certo punto l’attenzione si sposta dalla qualità alla quantità. Essere…

Leggi di più
Citizen Journalism

Nel numero 1272 de Internazionale, Christian Chaise, direttore dell’agenzia Afp per il Medio Oriente, spiega come i giornalisti stranieri, dal 2013, siano diventati oggetto di interesse da parte dei jihadisti. Scritto brutalmente: un ostaggio occidentale fa comodo alla causa, quella di impedire di raccontare la realtà della guerra, una sua esecuzione diffusa mediaticamente ancora di…

Leggi di più
Risonanza Cinese

Le fotografie ormai sono considerate delle vere e proprie opere d’arte, quanto, se non più, quelle pittoriche. Benché abbiano raggiunto questo prestigio e i fotografi che le realizzano possano essere anche definiti artisti, solo un numero limitato di immagini fotografiche riesce a essere incisivo come una tela. Non è un differente modo di dire bello,…

Leggi di più
Fujifilm e il medio formato

Mentre Canon, Nikon e Sony (in ordine alfabetico) si confrontano sul segmento full frame, Fujifilm ha deciso di fare concorrenza a sé stessa puntando sul medio formato. Una scelta inizialmente considerata azzardata dagli operatori di settore, finché, prove alla mano, la GFX 50S è stata accolta molto positivamente, tanto in termini di critica e poi…

Leggi di più
Lo scudo di Achille

Gli anni sessanta del novecento sono il momento in cui il grande Ugo Mulas decide di fotografare gli scultori. Grandi nomi, forse ormai sconosciuti ai più, nei confronti dei quali egli decide di entrare in confidenza, di creare un profondo rapporto di amicizia, senza perdere quella istintiva curiosità per un certo fare arte – la…

Leggi di più