Sigma Fp, la più piccola full frame al mondo

Con un peso di 370 grammi e con dimensioni di  12 x 7 x 5 centimetri, la nuova Sigma Fp è ufficialmente la più piccola e leggera fotocamera con obiettivo full-frame intercambiabile al mondo. E’ costruita attorno al supporto Leica L (utilizzato anche da Panasonic nelle fotocamere S1 e S1R) e utilizza un sensore da 24 megapixel.

In particolare, il sensore è di tipo standard Bayer, che potrebbe segnalare che Sigma si sta finalmente allontanando dal chip Foveon su cui si basava in precedenza, utilizzato ad esempio sul modello SD Quattro H. I sensori Foveon utilizzano fotodiodi impilati in tre strati, uno per ogni canale di colore (rosso, verde e blu). Questo permette di ottenere una nitidezza superiore e una precisione del colore nelle giuste condizioni, ma il sensore resta lento e soggetto a rumore. Adottando un sensore tradizionale Bayer, la Fp potrebbe essere una macchina più accessibile da questo punto di vista.

Secondo Sigma la fotocamera è adatta a tutti i tipi di fotografi, dai principianti ai professionisti, ed è presentata come una “macchina fotografica e cinematografica”. Tuttavia, sembra essere costruita più per il regista professionista che per il fotografo e include alcune opzioni specifiche per il video, come l’uscita RAW a 12 bit su USB e persino un profilo di colore “verde acqua e arancione” per ottenere quella tavolozza di colori cinematografici che va tanto di moda nei video. Il design squadrato lo rende adatto anche per le apparecchiature da spalla video, i droni o altre soluzioni di questo tipo.

La fotocamera utilizza un otturatore completamente elettronico senza otturatore meccanico, il che sembrerebbe sottolineare ancora una volta il suo ruolo di telecamera cinematografica. Ma Sigma afferma anche che l’otturatore elettronico è migliore per la fotografia di scena, in quanto significa zero shock dell’otturatore e prestazioni più affidabili nel tempo. Può anche scattare fino a 18 fotogrammi al secondo, anche se la velocità massima dell’otturatore è di appena 1/8.000 secondi, simile agli otturatori meccanici di fascia alta.

La messa a fuoco automatica offre solo il rilevamento di contrasto, ma include il rilevamento del viso e degli occhi e il rilevamento del soggetto. Sigma non ha approfondito questo aspetto nel comunicato stampa, e non siamo sicuri se si tratti del tradizionale rilevamento del contrasto o di un sistema più avanzato come Panasonic’s Depth from Defocus.

Ancora sconosciuti in questo momento sono anche il prezzo e la disponibilità. La fotocamera presenta aspetti per ora interessanti, ma dovremo attendere per capire se e come sarà apprezzata dal grande pubblico e se davvero farà felici più i videomaker che i fotografi.

 

1 risposta Sigma Fp, la più piccola full frame al mondo

I commenti sono chiusi.