Note di storia

Chissà se Sergio Leone avesse in mente di raccontare nel film, ahimè mai realizzato, sull’assedio di Leningrado, la tumultuosa storia di un uomo, un musicista che tanto ha dato a Leningrado e alla Russia: Dmitri Shostakovic. La vena epica di Leone era probabilmente in affinità elettiva con la carica straordinariamente leggendaria della sinfonia che Shostakovic…

Continua a leggere
Man Ray. Kiki e Lee

“Dipingo quello che non può essere fotografato.Fotografo quello che non voglio dipingere.Dipingo l’invisibile. Fotografo il visibile”. Man Ray Questi quattro versi, scritti da Man Ray in occasione di una mostra tenutasi presso la galleria Il Fauno di Torino nell’aprile del 1974, sottolineano non solo il diverso compito che l’artista americano assegna alla fotografia (cogliere il…

Continua a leggere
I sensi della fotografia

Con quali sensi produciamo una fotografia? Con quali sensi la guardiamo? Una domanda che pare piuttosto sciocca inizialmente: è evidente che la vista sia il senso necessario. Ad essere onesti dovremmo però ricordare la delusione che abbiamo provato di fronte alla foto che abbiamo scattato al tramonto la scorsa estate: forse ci ha restituito solo…

Continua a leggere
Senza fotografia

In cosa ci trasformiamo quando abbiamo tra le mani una macchina fotografica? Quale impulso ci muove? Cattura o creazione?  Nel primo caso costringiamo la porzione di realtà che abbiamo visto, inquadrata in quattro linee per ammirarne l’immagine come un trofeo; nel secondo, la usiamo con l’idea di trasformarla in altro a partire da quello stesso…

Continua a leggere
A cavallo del tempo

Nel suo libro “Hold still”, un meraviglioso memoir autobiografico, Sally Mann afferma di trovarsi in accordo con la teoria che sostiene che, se si vuole mantenere cristallino un ricordo, non si deve richiamarlo alla mente troppo spesso, poiché ogni volta che lo si rivive lo si altera irrimediabilmente, non facendo in realtà esperienza dell’originale, ma…

Continua a leggere
La terra dell’abbondanza

Tito Livio intorno all’anno zero sosteneva che “l’abbondanza genera fastidio”. Negli ultimi vent’anni il digitale ha contribuito ulteriormente alla produzione di fotografie, pratica che già nel secolo scorso aveva iniziato il suo percorso di popolarità grazie alla facile accessibilità di mezzi e materiali. La fotografia è diventata un atto necessario a livello personale, addirittura nelle…

Continua a leggere
Fotografi e…fotografi

Il fotografo è senza dubbio colui che sta dietro la macchina fotografica. Un tempo era addirittura nascosto dietro al panno nero, perso dentro di esso come un uomo primitivo nella grotta di Lascaux, a tracciare i suoi “disegni” e a rappresentare la sua visione del mondo. Visione in cui si riconosce in quanto l’ha partorita…

Continua a leggere
Covid-19. Una fotografia fatta di umanità

Tra le tante attività messe in crisi dal Sars-Covid-2 c’è anche il giornalismo su carta, tradizionalmente inteso. All’indomani delle restrizioni necessarie a impedire la diffusione del virus, gran parte delle rubriche che formano un quotidiano, così come gli inserti, sono andate in crisi perché fagocitate dalla sola emergenza sanitaria. La politica, la cronaca nera, le…

Continua a leggere
Niente di nuovo

Che una epidemia sia in grado di investire l’intero pianeta in poco tempo, mettendo in evidenza i limiti delle società cosiddette evolute, è abbastanza evidente. Lo è anche il fatto che dall’eccezionalità si sta facendo largo la normalità, consapevoli che il mondo dominato dalla tecnologia, quella che risolve ogni problema, è andato in crisi o…

Continua a leggere